Banca d’Italia, al via i controlli su uso anomalo di contanti

Stampa

L’Unità di Informazione Finanziaria vigilerà sulle operazioni per oltre 10mila euro complessivi in un mese

Al via lunedì 2 settembre i controlli sull’uso anomalo di contanti da parte della UIF, Unità di Informazione Finanziaria, incardinata presso la Banca d’Italia.

Si prevede l’invio delle comunicazioni su prelievi e versamenti presso Banche, Poste, Istituti di pagamento. Si potrà sapere il nome di chi ritira o versa banconote per oltre 10mila euro complessivi in un mese. Non sarà una segnalazione automatica di operazione sospetta ma accenderà un faro da parte delle Autorità. La comunicazione dovrà essere inviata, ha chiarito la stessa Uif, anche se si supera il tetto dei 10mila euro attraverso più operazioni singolarmente pari o superiori a 1.000 euro. Il primo invio dovrà essere effettuato entro il 15 settembre 2019 e riguarderà i dati riferiti ai mesi di aprile, maggio, giugno e luglio.